N°14

Come da consolidata tradizione, nell’ambito della XVI Settimana Montiniana voluta e organizzata dal Comune di Concesio, l’Associazione per l’arte Le Stelle, che si ispira e trae origine dal pensiero del pontefice bresciano Paolo VI, promuove una esposizione di oltre trenta opere contemporanee tra dipinti, sculture, grafiche e fotografia.
La collocazione della mostra negli spazi della biblioteca Comunale di Concesio vuole porsi come occasione di riflessione e studio alle giovani generazioni, in particolare agli studenti delle scuole primarie di primo e secondo grado che qui realizzeranno percorsi guidati ideati e guidati da Carmela Perucchetti della Associazione per l’arte Le Stelle.
Le opere traggono origine dalla proposta di tradurre visivamente due memorabili testi del pontefice: il discorso tenuto a Manila nel 1970, accorato annuncio universale di Cristo, e lo scritto sull’arte (1931) dell’allora giovane sacerdote Montini, che preconizza lucidamente le possibilità di una nuova arte sacra che “si trova davanti al sommo problema di esprimere l’ineffabile” e si deve porre l’obiettivo di “raggiungere con l’esperienza dei sensi qualche riverbero, qualche palpito della Luce invisibile.”
Una sfida raccolta dagli artisti che da anni si riconoscono nella Associazione per l’arte Le Stelle, anche accettando di approfondire temi e proposte attraverso opere studiate e realizzate per l’occasione. Come per le precedenti collettive, questa mostra vuole offrire nuovi spunti di dialogo aperto sui temi del sacro, sulla percezione nel mondo contemporaneo dei valori della cristianità: la croce che salva, la luce dell’ineffabile presenza di Dio, l’umanità assetata di speranza.
Le opere, corredate da catalogo e da libro di sala con le personali riflessioni degli autori, propongono visioni estremamente diversificate sia per contenuto che per codici espressivi; ognuna di esse raccoglie suggestioni ed interpretazioni in forma e colore in grado di donare nuova luce alle parole del Beato Paolo VI, rilevandone l’indiscutibile attualità.
Gli artisti, di area non solo bresciana e lombarda, provenienti anche da Trentino, Veneto e Toscana, hanno saputo cogliere nel pensiero del Pontefice l’assoluta forza del messaggio cristiano, a fronte delle tragedie consumate nel Mediterraneo, dello smarrimento della fede, del bisogno di riconciliazione tra spirito e materia.

Carmela Perucchetti

 

artisti:
Alessandro Alghisi, Umberto Anti, Sergio Bernasconi, Sergio Besutti, Franco Bianchetti, Felice Bossone, Gianni Bucher, Fabio Calvetti, Jessica Cappellari, Maria Teresa Cazzadori, Rosabianca Cinquetti, Dino Coffani, Oscar Coffani, Laura V.d.B. Facchini, Maddalena Ferrari, Armando Fettolini, Gabriella Furlani, Gaigher Giuliano, Bruno Gandola, Valter Gatti, Giorgio Guaini, Giusi Lazzari, Bruno Lucchi, Mancino, Giuseppe Monguzzi, Giacomo Nuzzo, Luciano Pea, Corrado Pennati, Alfa Pietta, Dolores Previtali, Lino Sanzeni, Sandro Sardella, Carla Semprebon, Francesca Tiso Mora, Silvia Venuti, Nicola Zaccaria, Sabina Zotti