testata
« home - chi siamo

STATUTO

COSTITUZIONE

Articolo 1
E’ costituita a Brescia l’Associazione per l’arte Le Stelle “ con sede in Brescia.

Articolo 2
L’Associazione trae origine, identità, finalità dall’intuizione giovanile di Giovanni Battista Montini Et caro verbum facta est e si indirizza a tutti coloro, artisti in primis, che intendono col loro lavoro carpire dal cielo dello spirito i suoi tesori e rivestirli di parola, di colori, di forme, di accessibilità, secondo la carta dei principi che costituisce parte integrante il presente Statuto.
Essa intende:
- favorire l’elevazione culturale, spirituale e morale degli artisti nel campo dell’arte;
- contribuire alla realizzazione dei valori dell’arte secondo l’ispirazione montiniana;
- valorizzare nella vita sociale l’arte e gli artisti;
- curare i rapporti con quanti, nel mondo delle arti, pur movendo da differenti posizioni culturali e religiose,  perseguono la promozione della persona umana.

Articolo 3
L’Associazione, nell’ambito di quanto stabilisce l’articolo 2, promuove manifestazioni culturali, rassegne di arti figurative, di musica,  di teatro e di poesia, incontri di spiritualità.

Articolo 4
L’Associazione non persegue scopi di lucro né attività partitiche.

Articolo 5
All’Associazione possono aderire, con gli artisti, coloro che sono partecipi del loro ambiente culturale, spirituale e sociale e che intendano collaborare con la vita dell’Associazione.
Per diventare associato occorre presentare apposita domanda.
L’accettazione è demandata al Consiglio Direttivo.

Articolo 6
Gli associati sono tenuti all’osservanza dello Statuto e delle deliberazioni degli organi sociali.

Articolo 7
La qualifica si associato si perde:
- per dimissioni,
- per radiazione, in seguito a comportamenti in contrasto con lo spirito dell’Associazione tali da arrecare alla stessa danni morali o materiali, accertata e ratificata dal Consiglio Direttivo.

Articolo 8
Gli associati si classificano nelle seguenti categorie:
- Associati ordinari:
sono gli artisti e le persone sensibili all’ambiente culturale e spirituale dell’Associazione che intendono partecipare attivamente all’attività della stessa.
- Associati simpatizzanti
sono gli artisti e le persone che pur non intendendo partecipare direttamente alla vita associativa desiderano essere coinvolti su particolari iniziative artistiche o spirituali.
- Associati onorari:
sono le persone alle quali il Consiglio Direttivo intende riconoscere tale qualifica per l’interesse ed il sostegno alla vita, alle attività e allo sviluppo dell’Associazione

Articolo 9
Gli organi dell’Associazione sono:
- l’Assemblea Generale degli Associati;
- il Consiglio Direttivo;
- il Presidente;

ASSEMBLEA GENERALE DEGLI ASSOCIATI

Articolo 10
L’Assemblea Generale degli Associati è il massimo organo deliberante dell’Associazione. L’Assemblea è convocata dal Presidente
- sentito il parere del Consiglio Direttivo;
- su richiesta scritta di almeno un terzo degli associati.
con avviso scritto almeno otto giorni prima, a mezzo semplice lettera e deve contenere l’indicazione degli argomenti all’ordine del giorno.
La vita associativa decorre dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno.
Hanno diritto di intervenire alle Assemblee gli associati ordinari e onorari. E’ ammessa delega; ogni associato non può tuttavia rappresentare più di due altri associati.

Articolo 11
L’Assemblea è convocata almeno una volta all’anno nel periodo che va dal 1 gennaio al 31 marzo. Essa:
- approva le linee generali del programma di attività per l’anno sociale;
- elegge il Consiglio Direttivo che dura in carica tre anni;
- approva il rendiconto finanziario annuale ed il budget preventivo;
- delibera su tutte le questioni attinenti alla gestione sociale;
- delibera su eventuali modifiche allo Statuto.

Articolo 12
In prima convocazione l’Assemblea Generale degli Associati è regolarmente costituita con la presenza della metà più uno degli associati e delibera a maggioranza semplice degli intervenuti.
In seconda convocazione è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli intervenuti e delibera validamente a maggioranza semplice dei voti degli associati presenti su tutte le questioni poste all’ordine del giorno.
Per deliberare sulle modifiche allo Statuto è richiesta la maggioranza di tre quinti dei presenti e comunque superiore al 50 percento dei soci.

Articolo 13
Le deliberazioni adottate dovranno essere riportate su specifico verbale redatto dal Segretario dell’Assemblea sottoscritto dal medesimo e dal Presidente.

CONSIGLIO DIRETTIVO - PRESIDENTE

Articolo 14
Il Consiglio Direttivo è composto da sette membri, eletti dall’Assemblea Generale degli Associati con mandato triennale. Al termine del mandato i consiglieri possono essere rieletti.
Venendo a mancare per qualsiasi causa un consigliere, entrerà in sostituzione il primo dei non eletti nell’ultima votazione dell’Assemblea Generale degli Associati.

Articolo 15
Il Consiglio Direttivo si riunisce ordinariamente ogni tre mesi e straordinariamente su richiesta del Presidente o di un terzo dei Consiglieri.
In assenza del Presidente è presieduto dal Vice Presidente.
Le delibere avvengono a maggioranza semplice. In caso di parità prevale il voto di chi presiede.

Articolo 16
Compiti del Consiglio Direttivo:
- programmazione dell’attività sociale, culturale e religiosa dell’Associazione;
- esecuzione delle delibere dell’Assemblea Generale degli Associati;
- nomina del Presidente;
- nomina del Direttore
- stesura del rendiconto finanziario ed del budget preventivo da presentare in Assemblea;
- ammissione, sospensione ed espulsione degli Associati.

Articolo 17
Le deliberazioni adottate dovranno essere riportate su specifico verbale redatto e sottoscritto dal Presidente.

Articolo 18
Il Presidente ha la rappresentanza e la firma sociale. In caso di assenza le sue mansioni spettano al Vice Presidente.
Eletto con mandato triennale a lui compete
- la responsabilità dell’esecuzione delle delibere consiliari;
- la nomina del Vice Presidente;
- la scelta di tecnici esterni;
- la convocazione e la presidenza dell’Assemblea Generale degli Associati.

SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE

Articolo 19
L’eventuale scioglimento dell’Associazione deve essere deliberato dall’Assemblea Generale degli Associati: la maggioranza richiesta è di tre quinti degli Associati. Sarà cura del liquidatore, eletto a maggioranza dall’Assemblea Generale degli Associati, devolvere il netto risultante dalle liquidazioni ad enti scelti dall’Assemblea Generale degli Associati tra quelli che perseguono finalità analoghe a quelle specificate nell’articolo 2 dello Statuto.

Articolo 20
Per tutto quanto non previsto dal presente Statuto sono richiamate le norme vigenti in materia di associazioni private riconosciute.